Robot pizzaiolo? No, grazie!

robot pizzaiolo

Nei giorni scorsi Ekim, una startup francese, ha presentato il suo robot pizzaiolo. Con le sue tre braccia è in grado di mimare, secondo i suoi ideatori, le movenze di un pizzaiolo provetto e potrebbe sfornare ben 120 pizze l’ora. E in futuro, potrebbero nascere delle pizzerie completamente automatizzate, proprio come avviene già oggi per la produzione di un hamburger, con il rischio di un appiattimento del gusto. In questo modo, una pizza mangiata a Napoli o a Istanbul potrebbe avere lo stesso sapore.

Giustamente, i maestri pizzaioli hanno già espresso tutte le loro perplessità. Perché un robot potrà imitare le loro movenze, ma potrà aggiustare l’impasto se non è della giusta consistenza? Potrà rendersi conto che deve essere aggiunto ancora un pizzico di sale per rendere la salsa di pomodoro più saporita?

E voi, cosa ne pensate? Potrà essere più buona della nostra pizza?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *